L’amico ritrovato – Fred Uhlman

Entrò nella mia vita nel febbraio del 1932 per non uscirne più. Da allora è passato più di un quarto di secolo, più di novemila giorni tediosi e senza scopo, che l’assenza della speranza ha reso tutti ugualmente vuoti – giorni e anni, molti dei quali morti come le foglie secche su un albero inaridito.
Ricordo il giorno e l’ora in cui il mio sguardo si posò per la prima volta sul ragazzo che doveva diventare la fonte della mia più grande felicità e della mia mia più totale disperazione.

Incipit di L’amico ritrovato
Fred Uhlman

Incombe la persecuzione nazista. Hans e Konradin, due ragazzi che vanno a scuola assieme, grazie alla comune passione per le monete e per la lettura, stringono amicizia. Finché Konradin, per non imbarazzare la famiglia altolocata del padre, filonazista, non ripudia Hans, ebreo.

 

amico ritrovato

Annunci

Gli amanti fiamminghi – Paolo Maurensig

Non avevo mai sognato prima il mio amico e nel vederlo mi è parso strano che fosse ancora vivo. Aveva l’aspetto di sempre, fuorché per quell’orbita vuota. Ma non sei morto? Gli ho chiesto.
Stavo per farlo, mi ha detto, ma a trattenermi è stata la tua voce.

Incipit di Gli amanti fiamminghi
Paolo Maurensig

Cosa governa la vita dell’uomo? Il caso? La sua volontà? Le sue scelte?
Adoro le pagine scritte da Maurensig

hhh

L’archivista – Martha Cooley

Mi hanno sempre chiamato Matt, ma il mio nome non è Matthew, bensì Matthias: come l’apostolo Mattia, quello che rimpiazzò Giuda Iscariota. Già a quattro anni sapevo molte cose sul mio omonimo. Mia madre mi lesse più di una volta la storia di Mattia nel Nuovo Testamento, scelto dalla sorte per prendere il posto del terribile Giuda. Mentre ascoltavo, provavo una grande e timorosa simpatia per il mio predecessore. Senza dubbio sul posto occupato da Giuda stava sospesa un’aura oscura – qualcosa che assomigliava all’odore penetrante e amaro della Pall Mall nell’angolo del divano occupato da mio padre.

Incipit di L’archivista
Martha Cooley

Carteggio Eliot e Emily Hale. Roberta e Matthias riescono a comunicare grazie alla passione per quelle lettere. Il poeta e la sua opera che ispirano un testo di narrativa.
La poesia come sintesi dell’animo umano che la narrativa può solamente chiosare?
Opera prima di Martha Cooley.

ggg

Il mondo d’acqua alla scoperta della vita attraverso il mare – Frank Schätzing

Berlino.
L’altro ieri.
Che cos’è successo l’altro ieri?
Tre uomini in un bar. Berlino, Radisson Hotel, alle quattro del mattino. È trascorso un anno esatto da quando quei tre erano seduti là. Eppure mi sembra di aver partecipato a quella conversazione soltanto due giorni fa.

Incipit di Il mondo d’acqua alla scoperta della vita attraverso il mare
Frank Schätzing

 

fff

Teoria e pratica di ogni cosa – Marisha Pessl

Papà diceva sempre che bisogna avere un Motivo Meraviglioso per mettere nero su bianco la storia della propria vita e sperare che interessi a qualcuno.
“A meno che non ti chiami Mozart, Matisse, Churchill, Che Guevara o Bond – James Bond – dedica il tempo libero a smaltarti le unghie o a giocare a rimpiattino perché nessuno, a eccezione di tua madre – con le braccia flaccide, i capelli laccati e quel modo da pesce lesso di guardarti -, avrà voglia di stare a sentire i particolari della tua grama esistenza, che senza ombra di dubbio terminerà com’è iniziata: con un rantolo.”

Incipit da Teoria e pratica di ogni cosa
Marisha Pessl

Linguaggio semplicissimo, quasi famigliare. Citazioni continue di opere letterarie e cinematografiche, alcune del tutto inventate. Romanzo d’esordio travolgente, anche per la mole. Curioso e trascinante.

eee

Il circolo delle ingrate – Elizabeth von Arnim

Quando, all’età di venticinque anni, Anna Estcourt cominciò a chiedersi se il piacere ricavabile dalla vita ne compensasse il tedio, accadde una cosa meravigliosa.

Incipit di Il circolo delle ingrate
Elizabeth von Arnim

Autrice fine ‘800, spesso brutale nel descrivere la società contemporanea maschilista, basata sulle convenzioni, sulla superficialità e ingiusta verso le donne. Riuscì ad ottenere dal marito l’autorizzazione a pubblicare i suoi libri solo a patto di rimanere anonima. Da lui divorziò. E divenne ricca con le sue pubblicazioni. Affascinanti. Lei e i suoi personaggi femminili.

ddd

Lo Hobbit. O la Riconquista del Tesoro – J. R. R. Tolkien

In una caverna sotto terra viveva uno hobbit. Non era una caverna brutta, sporca, umida, piena di resti di vermi e di trasudo fetido, e neanche una caverna arida, spoglia, sabbiosa, con dentro niente per sedersi o da mangiare: era una caverna hobbit, cioè comodissima.

Incipit di Lo Hobbit. O la Riconquista del Tesoro
J. R. R. Tolkien

Libro che spiega gli antefatti del Signore degli anelli.
Lo hobbit è considerato un libro per bambini. Le avventure di Bilbo Baggins, nella loro semplicità, a me, son piaciute molto, sarà che tutti abbiamo bisogno di una pausa ogni tanto!

 

vvv

 

Una spina nel cuore – Piero Chiara

Un mattino di primavera del 1933, dopo essermi fermato alcuni giorni a Venezia e a Milano nel viaggio di ritorno da certe strane località oltre Isonzo dov’ero stato per quasi un anno, rimisi piede al mio paese. A Venezia, dove pensavo di non tornare più per il resto dei miei giorni tanto mi lasciavo volentieri alle spalle quei luoghi, avevo passato quasi una settimana, deciso a vedere tutta la città una volta per sempre. A Milano invece ero rimasto quarantott’ore, il tempo per portare a termine una ricerca alla quale attribuivo una certa importanza nei miei futuri destini.

Incipit di Una spina nel cuore
Piero Chiara

E incontri una donna sposata e misteriosa dalle tante vite, che soggioga e affascina. Forse il libro più romantico e dolce di Chiara.

aaa

La donna che leggeva troppo – Bahiyyih Nakhjavani

Quando l’ammazzarono lo Shah barcollò per qualche passo nel santuario e cadde stecchito in grembo a una vecchia mendicante. Era diretto alla tomba della moglie, e la mendicante era seduta vicino alla porta del cimitero, accanto alla nicchia in cui era nascosto l’assassino. Per quanto la vecchia fosse da biasimare per essersi allontanata dall’angolo che le era concesso, nel cimitero fuori della moschea, sarebbe stato poco opportuno attirare l’attenzione su quel fatto.

Incipit di La donna che leggeva troppo
Bahiyyih Nakhjavani

Nella Persia del 1800 Tahirih Qurratu’l-Ayn donna fuori dal comune. Il padre le ha permesso di leggere e studiare. Questo comporta la diversità, la non integrazione con il gruppo. Le costerà anche un’accusa di omicidio.

aaa

Lady Anna – Anthony Trollope

Spesso le donne sono state maltrattate dagli uomini, ma forse nessuna donna ha mai subito maltrattamenti peggiori, crudeltà più feroci di quelle che ricevette in sorte Josephine Murray da parte del Conte Lovel, a cui si unì in matrimonio nella chiesa parrocchiale di Applethwaite – una parrocchia senza villaggio, tra le montagne del Cumberland – il 1 giugno del 181*.

Incipit di Lady Anna
Anthony Trollope

Prolifico e amato autore inglese dell’età vittoriana, meno conosciuto in Italia (per fortuna Sellerio ha pubblicato le sue opere!) descrive con abbondanza di personaggi la vita fine ottocento, facendoli muovere all’interno di un mondo basato sulla rigidità di principi e su una morale che spesso blocca ogni impulso. Trollope descrive questo mondo perfettamente, ma al contempo lo critica per i suoi aspetti più esteriori e poco sinceri.

aaa