Giobbe Tuama & C. – Augusto De Angelis

Giobbe Tuama

L’uomo andava pei viali del giardino pubblico, interessandosi a tutto con placidità contemplativa. Si fermava a guardare i cigni nel laghetto, il pellicano sull’erba, le scimmie nella gabbia, la foca a piatto sulla riva.I bimbi, che giravano a tondo; le bambine che a passetti misurati avanzavano e cantavano, tenendosi per le manine: «Ecco l’ambasciatore col trallarillallero…»

Incipit di Giobbe Tuama & C.
Augusto De Angelis

Augusto De Angeli, uomo di ampia e profonda cultura, fu il padre del giallo italiano; l’autore che dettò le caratteristiche dell’investigatore all’italiana anche se in un periodo storico non molto favorevole. Il fascismo infatti non amava il genere giallo allora importato dal mondo anglosassone. Giobbe Tuama & C. fu pubblicato per la prima volta nel 1936. Mi è piaciuta moltissimo l’ambientazione e la descrizione dell’ambiante Milanese. Ho amato molto le caratteristiche profondamente umane del Commissario de Vincenzo, di fondo un malinconico e colto poeta, e l’atmosfera che richiama e respira quella del Maigret parigino con le profonde indagini psicologiche che sondano gli indiziati e che caratterizzano le sue storie.
Stiamo un po’ perdendo l’abitudine ad indagare il mondo attorno a noi con attenzione e soprattutto a sondare con un minimo di psicologia chi ci circonda. Per questo ognuno sta sempre intrappolato solo nella fioca luce del suo display?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...