Susie Orman Schnall – Le ragazze di Ney York

Stamattina ho pubblicato nella nostra pagina facebook: Se scrivo sono, una citazione da questo libro. L’ho letto e l’ho trovato molto interessante perché tratta un tema che mi interessa e m’intriga. Il cammino delle donne verso l’emancipazione e la parità di genere. Le due protagoniste vivono, l’una negli anni ’40, l’altra ai giorni nostri. Dal confronto dello sviluppo delle due vite (raccontate a capitoli alterni) emergono davvero tappe importanti e miliari raggiunte dalle donne. Conquiste reali che, comunque, non hanno mai inciso in modo definitivo nella mentalità maschilista e del potere maschio. Tutte noi ne siamo consapevoli. La strada è ancora lunga. Ancora non abbiamo uno stipendio equiparato alla posizione mentre lo stipendio maschio è ancora, sempre, più alto. Stiamo ancora combattendo con pregiudizi gravi sulla maternità – resa al lavoro e, in molti luoghi, sono le donne stesse a creare difficoltà in questo senso alle altre donne. La lettura di questo romanzo però è piacevole. Risulta leggero, vivace e allegro. Ovviamente le due protagoniste, Charlotte Friedman (anni ’40) e Olivia (2018) ottengono le loro vittorie, la trama richiede un lieto fine. Non per banalità, ma per offrire motivazione e coraggio. Per lasciare aperta la possibilità ad ogni donna di avanzare.

31 dicembre 2020

Ci siamo riusciti!!!

Anche quest’anno abbiamo realizzato la raccolta dei nostri racconti dal titolo accattivante: Un euro e… Cambio vita!

Si tratta di un e-book, pubblicato e acquistabile (ad un euro, ovvio!) sulla piattaforma Amazon.

Proprio oggi abbiamo completato l’opera. Giorno simbolico e davvero di auspicio per una netta cesura e per un veloce allontanamento dal 2020, così faticoso e gravido di negatività.

Con alcuni del nostro gruppo, appassionati scrittori multiformi dalla creatività ingegnosa; abbiamo ragionato che l’anno in corso ha modificato i valori e il significato stesso di alcune delle nostre parole di uso comune, oltre alle abitudini delle nostre vite.

L’esempio più lampante è rappresentato proprio dal nuovo senso delle parole positivo e negativo.

In questo momento l’importante è essere negativi, risultare negativi.

Mentre la positività, il fatto di essere positivi rappresenta il massimo della pericolosità, della negatività, appunto.

Un cambio di significato davvero radicale, sconcertante e destabilizzante.

Per questo abbiamo lavorato molto, abbiamo superato problemi del quotidiano, abbiamo inventato tempo che forse in realtà non avevamo e abbiamo protetto, mantenuto attivo e vivace, positivo nel vero e profondo senso del termine, il nostro spazio creativo, inventivo e condiviso. Spazio che, abbiamo voluto sì, tenere al riparo, ma anche far crescere, accogliendo nuovi appassionati di scrittura; rispettando, però, la sua finalità di luogo altro dove reiterare le nostre volontà espressive, di connessione con il nostro io e di confronto con altre menti inventive.

L’esperienza del self publishing è iniziata, per noi, a partire dagli incontri del 2018 – 2019 alla fine dei quali abbiamo pubblicato (solo in cartaceo) il nostro primo lavoro: Bar Sogno.

Davvero una prova entusiasmante per tutti, tanto che abbiamo deciso di ripeterla nel periodo 2019-2020.

Per ovvie ragioni, in questo anno 2020, abbiamo dovuto cambiare le nostre modalità d’incontro e ci siamo accasati nel web, riuscendo a soddisfare la voglia di realizzare assieme un secondo nuovo volume di racconti, in una modalità differente, sperimentando l’e-book.

In uno spazio e in un tempo sospesi, abbiamo capito che il tema centrale e condiviso per tutti i racconti sarebbe stato: Il cambiamento.

Quale modo migliore per cambiare se non andare via da dove si è? Da dove la quotidianità è diventata opprimente, asfissiante, insopportabile?

Da questo spunto si è partiti per la scelta della traccia compartecipata. Quest’anno, molto più semplice e scarna rispetto a quella dello scorso anno in Bar Sogno.

L’idea di base è nata dai concorsi che molti comuni e regioni, italiani ed europei, hanno organizzato per far rivivere borghi abbandonati e per il recupero di spazi urbani ormai degradati, attraverso gare di assegnazione di edifici da ristrutturare, venduti al prezzo simbolico di 1 euro.

Come lo scorso anno per Bar Sogno, ci siamo inventati un nuovo non luogo e non tempo dove ambientare la nostra storia: il Comune di Mezzacosta, nella provincia di Belluno, e il suo borgo San Sereno, composto da dieci case, a 1250 metri sul mare, con affaccio su un profondo orrido.

Non cercatelo in Google Maps.

È dentro di noi.

Nel nostro immaginario, il paese di Mezzacosta ha una storia piuttosto lunga: nato probabilmente alla fine dell’800; si era ingrandito e spopolato a varie riprese seguendo le vicissitudini dei faticosi paesi di montagna; aveva vissuto una certa prosperità grazie alla cava di San Sereno appunto.

Il piccolo borgo si era andato poi spopolando completamente lasciando le dieci case vuote e sconsolate in preda al degrado verso gli anni ’60-’70 a causa dell’esaurimento della cava.

Noi arriviamo in questo borgo, per farlo rinascere, più o meno negli anni 2018-2019 grazie alla pubblicazione di quel Bando del Comune di Mezzacosta per le case a 1 euro.

I personaggi che rispondono e vincono sono sette, ognuno con la sua storia alle spalle, ognuno con la sua voglia di cambiamento conscia o inconscia, ognuno con il desiderio di realizzare sogni, progetti, o semplicemente alla ricerca di un rifugio per guarire dai colpi violenti che la vita ha assestato loro.

In prevalenza, quindi, si tratta di racconti intimisti, di viaggi interiori a volte più leggeri e facili, a volte più tragici e ferali.

La maggior parte delle narrazioni, comunque, emana certezza nelle possibilità positive della vita, profondo credo nella capacità dell’essere umano di cambiare, di adattarsi, di superare andando oltre.

Il genere dei racconti spazia da quello di formazione al rosa, passando per il realismo, il realismo magico e il dialogo interiore.

Sono molto felice di questo obiettivo raggiunto, anche se con qualche fatica e difficoltà, che ci permette di piantare in questo 2020 un altro ricordo di un risultato appagante, gratificante e arricchente. In sintesi: un ricordo positivo in più (non fa mai male averne una scorta!).

Concludere concludendo, con aperture

Ce l’abbiamo fatta!!!

Anche questa volta siamo riusciti a terminare i corsi iniziati lo scorso anno!

Con il 9 ottobre (ci sono state anche le elezioni) abbiamo concluso i recuperi dei nostri percorsi: Stupisciti di te!!! e Nero su bianco.

Cammini differenti, il primo verso l’interiorità e il secondo verso gli altri e la voglia di farsi comprendere, che hanno comunque motivato e arricchito sia chi i corsi li ha preparati, sia chi vi ha partecipato.

Ma non cammini che si chiudono qui.

I partecipanti a Stupisciti di te!!! hanno ora una valigetta piena di strumenti per irrobustire la resilienza, che potrà servire anche per il futuro. Hanno la spinta della curiosità verso argomenti e mondi poco esplorati. E hanno la scrittura, in primo piano, come mezzo pratico per aumentare l’autostima, indebolire ansia e stress e rafforzare la capacità di resistenza ai casi della vita e la ripresa dalle avversità.

I partecipanti di Nero su bianco, invece, hanno deciso di proseguire il viaggio e di raggiungere un nuovo traguardo.

Lo scorso hanno abbiamo sperimentato il self publshing con il nostro: Bar Sogno.

Quest’anno ci dedicheremo alla realizzazione di un e-book con nuova ambientazione e nuovi racconti.

Come sempre aggiorneremo il blog con le novità del caso. E vi segnaleremo dove e quando sarà possibile ottenere una copia del nostro lavoro.

Un anno diverso, un anno lungo e greve che ha fatto sloggiare certezze e abitudini.

Che ha, però, permesso di aumentare la gioia del re-incontro e del camminare assieme, di nuovo, con le stesse falcate…

A noi piace così!

Nuovo percorso di scrittura zen dal primo ottobre 2020

Oltre a terminare i corsi che abbiamo iniziato lo scorso anno e bloccato a causa del Coronavirus, organizziamo anche il nuovo!

Sempre utile un viaggio entro se stessi attraverso la scrittura!

Percorso di Scrittura Zen
10 incontri dal 01/10/20 al 03/12/20
Orario 18-20.
Il percorso è dedicato alle persone che scrivono. A quelle che amano scrivere e anche a quelle che odiano scrivere, ma devono farlo. Nonché a tutti quelli che cercano più risposte su se stessi.
Si può scrivere per lavoro, per conoscere meglio la propria interiorità, per fare journaling o per creare poesie e haiku.
Imparando la scrittura che fluisce, lasciata scorrere tacitando il censore interno, è possibile aumentare la propria creatività, la propria conoscenza personale e dei propri meccanismi creativi, ma soprattutto la propria capacità professionale di stesura di un testo.
Liberamente ispirato a: “Scrivere zen. Manuale di scrittura creativa” di Natalie Goldberg e a “Lo zen e l’arte della scrittura” di Ray Bradbury, il percorso si propone di rendere più consapevoli e più semplici i meccanismi di creazione di un testo, indagando il proprio sé, portando alla realizzazione di racconti, fiabe, poesie o haiku attraverso le sedute di scrittura zen (una per ogni incontro).

Programma:

Giovedì 1 Ottobre 2020:
– Presentazione e prime sedute di “pratica” della scrittura zen o arte dell’essenza.

Giovedì 8 Ottobre 2020:
– Consapevolezza degli stimoli sensoriali che possono aumentare la creatività in ognuno.

Giovedì 15 Ottobre 2020:
-Come tacitare il censore interno mentre si pratica la scrittura zen.

Giovedì 22 Ottobre 2020:
– Scelta del dettaglio e della precisione, guide del pensiero creativo.

Giovedì 29 Ottobre 2020:
– Lasciar depositare gli scritti per imparare a tagliare, ridurre, far emergere l’essenziale.

Giovedì 5 Novembre 2020:
-Scrittura: atto d’arte? O risultato di accurato lavoro da artigiano? Regole generali.

Giovedì 12 Novembre 2020:
– Infrangere le regole per aprire nuove vie.

Giovedì 19 Novembre 2020:
– Scrittura quotidiana o, meglio, Journaling. Rivisitazione e recupero del diario. Un potente life hack per una maggiore serenità.

Giovedì 26 Novembre 2020:
– ”Io sono un maestro. Io ti porto davanti alle cose. Tu devi imparare a vederle.” Franco Fontana

Giovedì 3 Dicembre 2020:
– ”Viaggiare non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi.” Marcel Proust

Docente:
Gemma Piccin: laureata, blogger e writing trainer in continua ricerca. Da anni studia e sperimenta in varie sedi la scrittura: la scrittura creativa, narrativa, lavorativa… La scrittura per raccontarsi, per migliorarsi, per scovarsi. La scrittura del sé, dello storytelling e zen. Ama anche la lettura. Gli aspetti stranianti e profondamente benefici della lettura; i variegati aspetti della lettura e, soprattutto, gli influssi positivi della lettura di gruppo. Da alcuni anni condivide le sue esperienze in corsi e incontri formativi.
https://gemmapiccin.com/

Sede: Via Cavallotti, 61 – Padova
Costo: 250€
Per info, programma e iscrizione:
Scrivete a valeria@entelecheiaformazione.it
Attenzione ‼️ è a numero chiuso ‼️
(Verranno rispettate tutte le norme anti-covid)

Nero su Bianco! Inizio.

Ieri sera è nato Nero su Bianco! Il corso di scrittura alla Biblioteca, Viale Po, 16 – 35030 Sarmeola di Rubano (PD). Gratificante ed emozionante. Ogni anno, ogni gruppo arricchisce, stimola e porta tutti un po’ più avanti.

Mi piace moltissimo questa sensazione. Ci conosciamo, e impariamo a conoscerci sempre più, ma come persone che si son già incontrate, che sanno già dell’altro. Perché la scrittura è una grande base comune.

Ieri sera le scoperte fatte su di noi sono state importanti. Base di partenza per un’avventura che ha come protagonista la nostra mente e la sua capacità di produrre testi.

Si sentiva la fiducia, la voglia di condivisione, di apertura e di sperimentazione. Davvero, sono grata per questi momenti. La mia passione è grande e condividerla è vitale.

E via, abbiamo nuovi obiettivi!!!

La vera novità!

Stupisciti di te!

Ottobre – Maggio: Percorso per scrivere, leggere e scoprire con il cuore.
12 incontri a cadenza quindicinale, il venerdì dalle 20 alle 22. Per conoscere meglio se stessi, per approfondire le proprie tematiche, per scoprire nuove passioni. Per diventare più forti, più adattabili e resistenti.
Resilienza: la capacità di affrontare e superare un evento più o meno traumatico o un periodo di difficoltà senza deformarsi.
Spero di averti incuriosito!
Che percorso ti offriamo? Contattaci per saperlo o vieni alla serata di presentazione!
Agevolano gli incontri Gemma Piccin e Grazia Vecchiato (grafologa).
Il corso verrà attivato solamente se entro venerdì 11 ottobre 2019 durante la serata di presentazione (dalle 20 alle 21) ci saranno 5- 6 pre-iscritti effettivi.
Le pre-iscrizioni sono già aperte: scrivendo al cell 338 – 932 84 52 anche Whats App, o all’e-mail: gemmapiccin@gmail.it.

Programma

25 ottobre 2019
Autopresentazione: serve a tutti e ad ogni età saper presentarsi al meglio, imparando a presentare i propri difetti in doti positive.
15 novembre 2019
Come scrivere una lettera: uno strumento un po’ demodè, ma ancor oggi molto valido. Scritto a mano o in digitale. Struttura e utilizzo.
29 novembre 2019
Diari: Tipologia, struttura e scopo dei diari o journaling. Scritti a mano o no. Utilità e impieghi. Prove pratiche.
13 dicembre 2019
Cronache di viaggio: Come presentare un resoconto di viaggio (interiore o meno) per ottenere attenzione e non annoiare.
24 gennaio 2020
Raccontare: Favole, testimonianze, voli di fantasia… Prove pratiche.
07 febbraio 2020
Come creare una bibliografia: Metodi e suggerimenti.
21 febbraio 2020
Incontro con Van Gogh: segno pittorico e grafologico.
06 marzo 2020
Incontro con Gauguin: segno pittorico e grafologico.
20 marzo 2020
Incontro con Picasso: segno pittorico e grafologico.
03 aprile 2020
Parliamo di Pirandello. Spunti per la scrittura, la lettura e analisi grafologia di un campione di grafia dell’autore.
17 aprile 2020
Parliamo di Pasolini. Spunti per la scrittura, la lettura e analisi grafologia di un campione di grafia dell’autore.
08 maggio 2020
Parliamo di Ruggeri. Spunti per la scrittura, la lettura e analisi grafologia di un campione di grafia dell’autore.

Costi per la frequenza del corso:
È previsto un contributo di € 225 da versare preferibilmente entro primo incontro il 18 ottobre 2019 (o in due rate: la prima – € 112,50 – entro venerdì 18 ottobre 2019; la seconda – € 112,50 – entro venerdì 06 dicembre 2019).
Per partecipare è necessario essere in possesso della tessera Far Filò (€ 15 – il tesseramento sarà attivo anche durante la serata di presentazione e al primo incontro).

Se vuoi sapere di più sulle docenti:

Gemma Piccin leggi qui;

Grazia Vecchiato leggi qui.

Aria nuova in autunno!

Nero su Bianco

Dodici incontri con la scrittura. Poche parole, poche regole, molta pratica. Percorso con appuntamenti quindicinali il venerdì dalle 20 alle 22 per mettere alla prova il desiderio di narrare e per conoscere realmente le capacità tecniche raggiunte e giocarci un po’!
Se la docente lo riterrà possibile, alla fine del corso, chi vorrà, potrà partecipare alla realizzazione di un testo in self publishing (come avvenuto lo scorso anno).
Il corso verrà attivato solamente se, entro venerdì 11 ottobre 2019 durante la serata di presentazione (dalle 21 alle 22), ci saranno 5- 6 pre-iscritti effettivi.
Le pre-iscrizioni sono già aperte: scrivendo al cell 338 – 932 84 52 anche Whats App, o all’e-mail: gemmapiccin@gmail.it.

Programma

18 ottobre 2019
Scrivere in libertà. Proviamoci.
08 novembre 2019
Attenzione e cura per la creazione di una trama.
22 novembre 2019
Strutturare un testo perché sia verosimile. Esperimenti.
06 dicembre 2019
La motivazione vera della trama.
17 gennaio 2020
Raccontare. Prove pratiche.
31 gennaio 2020
Strutturazione del personaggio. Aspetto fisico.
14 febbraio 2020
Strutturazione del personaggio. Il suo mondo interiore.
28 febbraio 2020
Far muovere il personaggio nella trama. Gioco ad incastri.
13 marzo 2020
Dialoghi. Veri e verosimili.
27 marzo 2020
Dialoghi. L’interagire dei personaggi.
10 aprile 2020
Stesura di un racconto finito.
24 aprile 2020
Stesura di un racconto finito.

Costi per la frequenza del corso:
È previsto un contributo di € 225 da versare preferibilmente entro primo incontro il 18 ottobre 2019 (o in due rate: la prima – € 112,50 – entro venerdì 18 ottobre 2019; la seconda – € 112,50 – entro venerdì 06 dicembre 2019).
Per partecipare è necessario essere in possesso della tessera Far Filò (€ 15 – il tesseramento sarà attivo anche durante la serata di presentazione e durante il primo incontro).

Nuovi corsi anno 2019-2020

Non so a voi, ma a me il tempo è davvero passato in fretta!!!

Un post corto per una presentazione veloce dei due nuovi corsi, organizzati sempre con la collaborazione di Far Filò, che si terranno presso la Biblioteca di Rubano (Viale Po, 16 – 35030 Sarmeola di Rubano -PD) da ottobre a maggio:

Un percorso in 12 tappe per chi vuole aumentare la propria resilienza (cioè  la capacità di un individuo di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà), per chi desidera attraverso la scrittura, la lettura e la conoscenza dell’arte imparare a gestire meglio le proprie emozioni, i propri momenti negativi e/o fare un po’ di chiarezza nella propria interiorità. In un ambito sereno, gradevole e con proposte davvero nuove!

Un percorso, sempre di 12 incontri, dedicato a chi scrive, a chi vuole scrivere, a chi sogna da tempo di scrivere, a chi cerca nuovi stimoli per scrivere cose nuove. Un percorso dedicato alla strutturazione pratica della narrazione, con poche parole, poche regole e tanta scrittura con feedback.Un percorso, sempre di 12 incontri, dedicato a chi scrive, a chi vuole scrivere, a chi sogna da tempo di scrivere, a chi cerca nuovi stimoli per scrivere in modo diverso o nuovo. Un percorso dedicato alla strutturazione pratica della narrazione, con poche parole, poche regole, tanta scrittura con feedback immediati. Non importa se i temi a scuola non ti venivano bene. Qui andiamo oltre, in serenità e con le tecniche migliori!

Più sotto trovate le singole presentazioni.

Una sola raccomandazione. Non trattenetevi. Se sentite di avere voglia di chiarimenti, risposte, spiegazioni, precisazioni o quant’altro… Chiamatemi (cell: 338/9328452 anche whatsapp o scrivetemi: gemmapiccin@gmail.com)

Non perdete l’occasione di fare qualcosa che vi incuriosisce e vi attira!