Il mio amico immaginario

vento (1)

Il vento mi è sempre piaciuto.
Oggi, a tratti, è forte.
Prima sibila lento, e nelle raffiche lunghe trascina pigramente foglie gialle e rosse d’autunno, una lattina, pezzi di carta, un foglio di un giornale che sbraita della crisi e dell’ingente debito pubblico, manciate di polvere a forma di onde schiumose che, un minuto dopo, sprofondano nell’asfalto bagnato. Continua a leggere