Lasciarti

sole poesia

Ho chiuso l’anima.
E il cuore.
Ho chiuso gli occhi al sole,
che brucia le palpebre.

Non voglio più guardarti.
Non voglio più averti,
non così,
mentre la sofferenza
chiude ogni strada.

La pioggia potrebbe lenire
il domani che non vogliamo
condividere.

Ma soli,
nel sole,
separati da gettate di cemento
riusciamo a scambiarci dolore.
Per sempre.

Amori nella notte

Storia del sabato 18 ottobre 2014

«…E così il grande spirito di Cavallo Piumato da allora cavalca per ogni prateria e valle di montagna come questa. Appare maestoso e agghiacciante sul suo destriero d’argento grondante sangue, innalzando grida selvagge di monito a chiunque riesca a vederlo.»
Terminò la voce dolce di Federica, giovane capo scout, dalle trecce biondissime e dagli occhi azzurri incantati nella visione di Cavallo Piumato che lei stessa aveva creato, compiaciuta della paura che aveva fatto nascere negli occhi del suo gruppo di ascoltatori. Continua a leggere

Sull’amore. Innamoramento, gelosia, eros, abbandono. Il coraggio dei sentimenti – Paolo Crepet

amore

Una delle tante autostrade che escono dall’area metropolitana di Londra verso nord. Il traffico scorre lento, il sole tramonta tardi come tutte le sere inglesi: un’estate che si prolunga tra piovaschi e sole tiepido, crudele.
Ascolto un canale della Bbc, musica classica.
Ormai si è fatto buio, la musica s’interrompe per lasciare spazio a una trasmissione d’intrattenimento condotta da una voce femminile un po’ roca che sa di gioventù ben trascorsa.
Risponde alle telefonate in diretta, argomento: l’amore. Cerco di prestare attenzione, m’incuriosisce individuare eventuali differenze tra il nostro e il loro modo di affrontare un argomento tanto abusato.

Incipit di Sull’amore. Innamoramento, gelosia, eros, abbandono. Il coraggio dei sentimenti
Paolo Crepet

Un saggio, quasi un romanzo, fluido e di piacevole lettura che rifocalizza l’attenzione sul sentimento dell’amore, inteso come capacità e coraggio di esprimere i propri sentimenti. E che rifocalizza l’attenzione, ancora una volta, sulla necessità d’imparare a governarli.
Vita frenetica, a raggiungimento forzato d’obiettivi, che soffoca quasi ogni esigenza dell’essere umano, è quella che si vive oggi. E se la soluzione anti stritolamento fosse proprio ripartire dall’amore, dai sentimenti? Dal rientrare in possesso del tempo necessario ad innamorarsi e non solo, ma anche di quello che permette di raggiungere l’amore?

Un abbaglio?

un abbaglio?

Arturo Filippi, postino incasinato di Dueville al Mare, sperduto paese sulla costa arida e ventosa, come tutti quelli che indossano una divisa, quasi mai viene visto nella sua veste di essere umano con la sua specifica fisionomia e il suo specialissimo carattere.
Uomo di mezza età, dai capelli ricci e brizzolati, asciutto e salutista, appena un po’ di decadenza nella rete di rughe attorno agli occhi e nella pancetta un filo prominente, sta tentando di finire il giro prima che piova. Continua a leggere