S. La nave di Teseo di V. M. Straka – J. J. Abrams e Doug Dorst

WP_20150603_18_22_14_ProWP_20150603_18_25_08_Pro (1)

Un po’ di giorni di riposo e ho finalmente terminato la lettura di ‘S. La nave di Teseo di V. M. Straka‘ di J. J. Abrams e Doug Dorst.
Che dire? Non lo so. Sul serio.
Libri ne ho letti molti, questo è ovviamente particolare, sostanzialmente una disperata e tristissima ricerca di se stessi per ognuno dei personaggi.
Invogliante e trascinante la fisicità del testo, del tutto eguale ad un libro vecchio perfino nell’odore delle pagine. Pieno di foto, fogli di giornale, storie parallele, cartoline, tovagliolo con mappa dei sotterranei. Un libro da indagare parola per parola, un libro enigma. Filosofico…
O forse soprattutto scenografico. Di certo un libro che si fa difficoltoso. E che si conclude nel solito intrico di lembi svolazzanti che non si riallacciano.
Comunque ha avuto successo in tutto il mondo. Negli Stati Uniti e in Francia sono fioriti forum seguitissimi in internet. Anche in Italia ne ho visti alcuni.
Parecchi lettori lo hanno indagato a fondo e hanno costruito varie e differenti teorie sulla storia e i protagonisti di questo libro, un esempio lo trovate qui: https://violantedarianna.wordpress.com/

La nave di Teseo – J. J. Abram; Doug Dorst

la nave di teseo

Come diceva Hemingway: scrivere è architettura non decorazione d’interni.

Ho appena ricevuto in regalo (waw!!!) un’equilibrismo di architettura letteraria, sembra. Si tratta del romanzo La nave di Teseo scritto apparentemente da V. M. Straka, tradotto, sempre in apparenza, da F.X. Caldeira. Un libro che così, a primo acchito, sembra avere cinque o sei voci narranti che raccontano tutte assieme in ogni pagina ognuno la propria storia!

Ho quasi paura di leggerla tutta questa strabiliante invenzione di J. J. Abrams (creatore di Lost) fisicamente tradotta in parole da Doug Dorst, romanziere americano, per paura di trovarvi alla fine una grande fregatura.

Vi saprò dire come andrà, ma mi ci vorrà del tempo visto che ieri pomeriggio in due ore sono riuscita a venire a capo di ben otto pagine!!!

Vi ho depistato? Fatto venire il nervoso? O il mal di testa? Per correttezza aggiungo link esplicativo, anzi, meglio due link esplicativi:

http://www.vanityfair.it/show/libri/14/12/15/s-la-nave-di-teseo-libro-jj-abrams-doug-dorst-come-leggerlo

http://www.letteratura.rai.it/articoli/jj-abrams-e-la-nave-di-teseo-lesperimento-letterario-del-creatore-di-lost/25763/default.aspx