La nave di Teseo – J. J. Abram; Doug Dorst

la nave di teseo

Come diceva Hemingway: scrivere è architettura non decorazione d’interni.

Ho appena ricevuto in regalo (waw!!!) un’equilibrismo di architettura letteraria, sembra. Si tratta del romanzo La nave di Teseo scritto apparentemente da V. M. Straka, tradotto, sempre in apparenza, da F.X. Caldeira. Un libro che così, a primo acchito, sembra avere cinque o sei voci narranti che raccontano tutte assieme in ogni pagina ognuno la propria storia!

Ho quasi paura di leggerla tutta questa strabiliante invenzione di J. J. Abrams (creatore di Lost) fisicamente tradotta in parole da Doug Dorst, romanziere americano, per paura di trovarvi alla fine una grande fregatura.

Vi saprò dire come andrà, ma mi ci vorrà del tempo visto che ieri pomeriggio in due ore sono riuscita a venire a capo di ben otto pagine!!!

Vi ho depistato? Fatto venire il nervoso? O il mal di testa? Per correttezza aggiungo link esplicativo, anzi, meglio due link esplicativi:

http://www.vanityfair.it/show/libri/14/12/15/s-la-nave-di-teseo-libro-jj-abrams-doug-dorst-come-leggerlo

http://www.letteratura.rai.it/articoli/jj-abrams-e-la-nave-di-teseo-lesperimento-letterario-del-creatore-di-lost/25763/default.aspx