Scendi?

Scendi?

Célestine aveva molta fame. Giorni che non metteva nulla nello stomaco.
Da un anno non riusciva a trovare lavoro. Aveva finito tutti i suoi risparmi e non aveva neppure i soldi per pagare la stanza, in quel ricettacolo di sfortunati dov’era stata costretta a vivere negli ultimi mesi, anche se le garantiva ancora una parvenza di rispettabilità.
New York, 1930, spietata e drammatica. Continua a leggere