Quel sottile filo di paura

Zen-e-Buddismo1

Di soprassalto sono sveglia. Nel buio ascolto.
Ci sei. Ti sento respirare, anche se poco perché son più forti i battiti furiosi del cuore spaventato di non trovarti.
Mi rigiro un po’, senza sobbalzi, per non destare il tuo sonno, così leggero negli ultimi tempi.
La paura rientra nel controllo e posso ancora assopirmi. Continua a leggere